Come costruire un Business Plan – Financials

11FC1951-F2A9-4618-AE8B-580FAB4A3269

Ciao a tutti!

Lo spunto per scrivere questo articolo mi è stato fornito da una persona a me cara qualche mese fa, ma solo oggi ho avuto il tempo di affrontare l’argomento.

La letteratura sul tema è vastissima e non basterebbe un solo articolo per trattare in modo completo tutte le caratteristiche che deve possedere un business plan. Tuttavia, proverò a concentrarmi su uno degli aspetti fondamentali del documento: la parte numerica.

Partiamo dalla definizione:

Il business plan è un documento che sintetizza i contenuti e le caratteristiche di un progetto imprenditoriale (business idea). Viene utilizzato sia per la pianificazione e gestione aziendale che per la comunicazione esterna, in particolare verso potenziali finanziatori o investitori.

fonte www.wikipedia.org

Un business plan è solitamente composto dalle seguenti informazioni:

  1. la descrizione dell’idea imprenditoriale e dei vantaggi competitivi dell’impresa;
  2. la descrizione del settore di riferimento;
  3. la descrizione dell’impresa (storia, assetto proprietario, business model);
  4. l’elenco dei principali clienti;
  5. l’elenco dei principali competitors;
  6. i numeri (indicatori sia monetari che non monetari);
  7. le proiezioni finanziarie (il piano a 3-5 anni).

Esempio

La società XYZ S.p.A. è un’azienda produttrice di bevande ottenute con i migliori ingredienti selezionati. I prodotti commercializzati sono tre:

  • limonata;
  • aranciata;
  • thé freddo.

L’ultimo bilancio depositato dalla società è il seguente (numeri in milioni di Euro):

Capture

Questa sarà la nostra base di partenza per la costruzione del piano triennale presentato nel business plan e che analizzeremo nei prossimi paragrafi.

Conto Economico previsionale (in migliaia di Euro)

La prima cosa da fare per costruire una proiezione finanziaria è definire il prospetto di Conto Economico. In particolare, occorre stimare i ricavi di vendita per i periodi successivi a quello del bilancio depositato. Per far ciò, la società può basarsi su vari elementi tra cui:

  • portafoglio ordini alla data di costruzione del business plan;
  • analisi del mercato di riferimento;
  • identificazione dei clienti potenziali;
  • analisi della capacità dell’impresa di poter garantire determinati volumi con gli assets a propria disposizione senza incorrere in ulteriori investimenti (per esempio in nuovi macchinari o nell’assunzione di personale specializzato);

Nel nostro esempio, ipotizzeremo uno scenario in cui l’impresa vende i propri tre prodotti senza imbarcarsi nella progettazione o nella commercializzazione di altre bevande. Non considereremo investimenti in nuovi impianti o macchinari e manterremo invariata la forza lavoro. Infine, applicheremo una componente inflazionistica annua dell’1,5% per la stima dei ricavi e dei costi.

Stima dei ricavi

Capture

L’incremento del fatturato è spinto sostanzialmente dall’aumento dei volumi di vendita, ottenuto grazie a delle operazioni di marketing che permetteranno un maggior riconoscimento del brand sul mercato. Nelle campagne di marketing, il management focalizzerà l’attenzione sulla bontà e sulla genuinità degli ingredienti utilizzati per produrre le bevande della XYZ S.p.A., differenziandosi in questo modo dai propri concorrenti (poco attenti a questo aspetto). Le spese pubblicitarie sono state stimate in +500 mila Euro circa ogni +10% del fatturato rispetto all’anno precedente.

Stima del prospetto di Conto Economico previsionale

Partendo dalla stima dei ricavi e dall’ultimo bilancio depositato, ricostruiamo ora insieme il Conto Economico previsionale:

Capture

A. Costi per materiale

Sono stati stimati in percentuale sulle vendite. Nel 2017 e nel 2016 i costi per materiale pesavano infatti circa il 67% sui ricavi. Tale proporzione è stata mantenuta costante per il periodo 2018-2020.

B. Costo del personale

Per stimare il costo del personale nel periodo 2018-2020, è stata applicata l’inflazione annua dell’1,5% al costo del 2017. Non sono stati ipotizzati cambiamenti nella forza lavoro (nessuna assunzione o dimissione nel periodo di stima considerato).

C. Spese di marketing

Le spese di marketing sono state stimate in 500 mila Euro annui ogni +10% del fatturato rispetto all’esercizio precedente.

D. Ammortamenti degli impianti

Gli ammortamenti rimangono costanti lunga la vita utile residua degli impianti.

Stato Patrimoniale previsionale (in migliaia di Euro)

Qui di seguito, invece, il prospetto di Stato Patrimoniale previsionale, ottenuto grazie al prospetto di Conto Economico qui sopra descritto:

Capture

A. Impianti

Il valore degli impianti viene ammortizzato in quote costanti.

B. Crediti verso clienti, debiti verso fornitori e rimanenze

Per stimare il valore dei crediti verso clienti, dei debiti verso fornitori e delle rimanenze, sono stati utilizzati il numero medio dei giorni di incasso e il numero medio dei giorni di pagamento del 2017. Tali valori sono stati stimati costanti lungo il periodo di tempo considerato.

Il numero medio dei giorni di incasso è stato calcolato dividendo il valore dei crediti verso clienti 2017 per le vendite dello stesso anno e moltiplicando il tutto per 365.

Il numero medio dei giorni di pagamento è stato calcolato dividendo il valore dei debiti verso fornitori 2017 per il totale dei costi materiale dello stesso anno e moltiplicando il tutto per 365.

C. Cash

Si rimanda al paragrafo successivo sul Rendiconto finanziario previsionale.

D. Patrimonio Netto e Utile d’esercizio

Il patrimonio netto è stato semplicemente incrementato con l’utile del periodo precedente, mentre l’utile d’esercizio è quello risultante dal prospetto di Conto Economico previsionale.

Rendiconto finanziario previsionale (in migliaia di Euro)

Per concludere la carrellata dei prospetti finanziari previsionali, ecco qui di seguito il Rendiconto Finanziario 2018-2020 dove vengono evidenziati i movimenti di liquidità prospettici:

Capture

Conclusione

Siamo giunti al termine di questo breve esempio. Abbiamo costruito insieme un semplice business plan per la società XYZ S.p.A., mettendo in evidenza le aspettative economico-finanziarie e patrimoniali per l’impresa.

Qui di fianco, il link al file di lavoro Excel utilizzato per la costruzione dei prospetti finanziari: Business Plan XYZ SpA

Essi saranno la base per alcuni approfondimenti di natura finanziaria che affronterò nei prossimi articoli.

Buona serata!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.